9 Dicembre, 2019

Tag: Maksim Gor’kij

Dal nostro archivio

Romanzo a orologeria

Tiziano Scarpa, Il cipiglio del gufo - Di Tiziano Scarpa ricordiamo, all’inizio del 2001, le poesie scritte insieme a Aldo Nove e Raul Montanari, vere e proprie “covers” di canzoni considerate classiche, Beatles Pink Floyd Peter Gabriel Lou Reed David Bowie per intenderci. Riscritture di una quarantina di canzoni celebri, piste di decollo per testi poetici e fantasie metriche portate anche nei teatri. Bisognava capire come Scarpa e soci camminassero liberi nei vasti territori delle merci, in quel novello sfarfallio pop e intellettuale che alcuni appaltatori definivano postmoderno.

Vanni Santoni sceglie Arthur Rimbaud

Vanni Santoni, romanziere ed editor, è stato assieme a Gregorio Magini ideatore e coordinatore dell'esperimento di narrativa Scrittura Industriale Collettiva che ha prodotto il...

Fotogrammi di vite comuni imperfette

Gina Berriault era ammirata da scrittori del calibro di Andre Dubus e Richard Yates. Richard Ford ha detto “fra tutti gli scrittori che conosco della mia generazione e di qualsiasi altra, i racconti di Gina Berriault restano senza confronto. Sono semplicemente meravigliosi”. Questa antologia "Donne nei loro letti" lancia uno sguardo indiscreto su una serie di vite imperfette e offre al lettore un gioiello poco conosciuto di una grande letteratura.

Macelleria siriana online

Pascal Manoukian, Ciò che stringi nella mano destra ti appartiene. "Molto altro ci sarebbe da dire su questa narrazione, brutale e tagliente come quei coltelli che usano i kamikaze in occidente e gli sgozzatori in Medio Oriente. Ma un punto mi preme di sottolineare, come fa d'altronde anche lo scrittore, che qui devo citare: «Al Quaeda viveva nell'era delle caverne all'interno delle grotte di Tora Bora; l'ISIS vive in quella del virale e dei social network». Manoukian, che dei media ne sa parecchio, legge il nuovo terrorismo dei martiri col furgone e la mannaia come fenomeno pienamente inserito nella Società dello Spettacolo; stabilisce un parallelo forse blasfemo ma assai azzeccato tra il Califfato e i reality show, Grande Fratello in testa".

Al tempo di Elsa e Alberto

Anna Folli, MoranteMoravia. "Anna Folli è riuscita nell’intento di comporre un affresco, ricchissimo di particolari e testimonianze, a partire da quel giorno di ottant’anni fa in cui nella “Birreria Dreher” in Piazza Santi Apostoli Alberto ed Elsa s’incontrano, presentati da Giuseppe Capogrossi."

Speciale Stranimondi