20 Ottobre, 2019

Tag: Giorgio Manganelli

Dal nostro archivio

I morti ci accompagnano

Tiziano Scarpa, Le nuvole e i soldi. "Lo spazio e il pensiero s’espandono al ritmo di costellazioni di senso la cui esistenza esiste grazie alla cronaca, alla sorpresa di ritrovarsi vivi nonostante tutto. È la materia della realtà a interessare, dentro Le nuvole e i soldi, con questioni oracolari e funzioni vitali che le parole fanno proprie."

Intervista a Fabio Sanvitale

Il true crime è un genere letterario che innanzitutto racconta (e spesso re-indaga) un caso di nera: quindi non un giallo, non un noir, ma pura realtà. L’origine dovrebbe risalire ai resoconti di omicidi stampati su fascicoletti di 6-24 pagine che erano diffusi nell’Inghilterra della metà del Cinquecento: racconti molto pulp e moralisti al tempo stesso! Charles Dickens e Thomas De Quincey sono stati gli antesignani del primo true crime, un genere a cui appartiene anche A sangue freddo di Truman Capote.

Nell’ingombro, una più profonda e definitiva leggerezza

Patrizia Cavalli, Con Passi Giapponesi. "Con Passi giapponesi è un libro diverso. Un giardino di sortilegi, immagini, stati d’animo, sogni e incubi, progetti, memorie. Certo, un altro libro di poesia, ma vestita diversamente2. 

La lunga marcia, di Stephen King (1979)

Una scrittura apparentemente classica che mescola horror, fantascienza distopica, caratterizzazione attenta dei personaggi, ricostruzione maniacale dei luoghi (seguite il percorso dei marciatori su una mappa del Maine e ve ne renderete conto), e una straordinaria sensibilità alle dinamiche sociali che agitano gli Stati Uniti. In due parole, Stephen King. A tutti gli effetti lo vediamo già manifestarsi in questo romanzo scritto sul finire dell'adolescenza, un libro che suona potentemente radicato nel suo tempo e al tempo stesso capace di restituirci qualcosa del presente.

Tutto ciò che ho dentro. Tutto quello che vogliono sentire

Lorenzo Palloni, La Lupa, SaldaPress. Lorenzo Palloni è stato autore di belle storie fantastiche e di fantascienza come Un lungo cammino, Scary Allan Crow, 365, Mooned e Istantly Elsewhere, poi una storia politica The Corner, ma con La Lupa raggiunge il cuore di quell’immaginario italiano che solo il noir può intuire, quello della tragedia nell’appartamento a fianco, nella strada sotto casa, quel malessere che sta dentro e che viene nascosto in nome del decoro.