19 Novembre, 2019

Tag: Alberto Sordi

Dal nostro archivio

L’Inghilterra sotto il Reich

Len Deighton, SS-GB. "Uno dei pregi del libro è proprio questo: all’interno di un’ambientazione storicamente accurata, i personaggi non sono mossi da grandi ideali, quanto piuttosto da interessi pratici e particolari anche quando la posta in gioco è altissima, come la corsa alla bomba atomica. Nel romanzo, i membri delle SS sono figure ciniche e calcolatrici, preoccupati del loro interesse personale e lontani dal cieco furore ideologico con cui spesso sono rappresentati. I fronti contrapposti, perciò, non sono netti e persino i protagonisti hanno una morale flessibile e sfumata."

Nell’ingombro, una più profonda e definitiva leggerezza

Patrizia Cavalli, Con Passi Giapponesi. "Con Passi giapponesi è un libro diverso. Un giardino di sortilegi, immagini, stati d’animo, sogni e incubi, progetti, memorie. Certo, un altro libro di poesia, ma vestita diversamente2. 

Dialettica del food thriller

Matteo Colombo, Q.B., Edizioni Unicopli. Recensione di Danilo Arona. Il primo assassinio arriva presto, senza fronzoli né antipasti pesanti, e ci pone subito davanti a due spiazzanti realtà. Sulle sue tracce Stoppani, un investigatore che gira sempre in loden, e Botero lo chef del momento nell'Italia che conta.

Big Joe non delude

Joe R. Lansdale, Io sono Dot. "Come la sua omonima nel Mago di Oz, alla nostra tocca sciogliere alcuni nodi non facili e per potervi riuscire deve affrontare un viaggio in cui sarà proprio zio Elbert l’uomo di latta che accompagnerà questa singolare eroina verso la propria catarsi. Una catarsi nella quale i pattini, che temeva di appendere al chiodo, c’entreranno poi un bel po’."

Due romanzi (da salvare) dal blob di Matilde Serao

Rileggendo La mano tagliata e Il delitto di via Chiatamone  Matilde Serao (1856-1927) è un autentico blob: 40 romanzi e più, e un numero imprecisato...