19 Ottobre, 2019

Tag: Alberto Bracci Testasecca

Dal nostro archivio

Cose in viaggio

Franco Beltrametti, Il viaggio continua - Choses qui voyagent, poesie atmosferiche, carte, ritratti, libri, fogli sparsi, segni lasciati sul terreno, tour infiniti di cui non esiste un centro, ma tutto risale al viaggio, al nomadismo, come Franco “dichiara” nel disegno del ’94 (quasi un auto-manifesto) e posto in copertina di questo libro “più alto di 1 cm”. Flusso ininterrotto di tempo, senza una fine, contrariamente alla profetica poesia scritta nel settembre del ’95

È fatto giorno (1954) di Rocco Scotellaro

Nel 1954, Mondadori manda in stampa, nella prestigiosa collana poetica dello Specchio – che ospita, tra gli altri, Ungaretti, Saba, Quasimodo e Zanzotto – È fatto giorno del poeta lucano Rocco Scotellaro. È la sua prima raccolta di versi. L'autore è morto da pochi mesi, giovane e dopo una vita piena: è stato militante socialista e sindaco di Tricarico – piccola cittadina in provincia di Matera con un centro storico arabo noto come Rabatana –, poeta, saggista e autore di inchieste sociali sul Mezzogiorno.

Tutti responsabili, anche gli assolti

Bissattini, Bulfon, Esposito e Giuliani, Il buio. La lunga notte di Stefano Cucchi "Se è vero che pochi hanno alzato le mani su di un ragazzo inerme, questo fumetto ci ricorda che in troppi hanno abbassato lo sguardo lasciando tacitamente che ciò accadesse.

Il popolo di Crottarda

Claudio Morandini, Gli oscillanti, Bompiani. Recensione di Elio Grasso. Immaginiamo che Gli oscillanti sia un libro di memorie trascritto da un taccuino di viaggio, ritrovato dalla protagonista del romanzo molti anni dopo gli avvenimenti accaduti a Crottarda, fosco paese incastonato fra le montagne. Il tempo è passato, il mistero riguardante le voci e i canti pastorali uditi in quei luoghi, e soprattutto i misteri degli abitanti saldamente incarcerati nelle loro menti e nelle loro cantine, sono rimasti tali.

Omaggio al Re

Joseph Incardona, Lonely Betty. "L’informatore è Stephen King ,che secondo Betty è il tramite del diavolo; quest'ultimo lo informa di crimini efferati e brutali che vengono commessi nel circondario, attraverso lo shining di cui King è dotato, e da cui trarrà ispirazione per il romanzo omonimo e quelli successivi." Joseph Incardona, di madre svizzera e padre siciliano, ha da poco pubblicato un nuovo romanzo con NNE Editore con cui aveva già collaborato in passato per La metà del diavolo