Occasioni

Reportage di mostre, fiere, dibattiti, festival e convegni. Se è vero che la lettura del libro è un atto che si consuma in solitudine, sono molte le occasioni pubbliche dedicate ai libri e agli scrittori. Senza abbandonare del tutto un certo scetticismo verso i grandi eventi mediatici, collaboratori e fiancheggiatori di Pulp Libri fanno il punto sulle occasioni che hanno offerto spunti, notizie e curiosità.

Intervista ad Aldo Giannuli: Ricordare Piazza Fontana, 12 Dicembre 1969

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

Nella nuvola: ancora notizie da Più Libri Più Liberi

Ancora un reportage da Più Libri Più Liberi: un vagabondaggio tra uno stand e l’altro, tra una presentazione e l’altra, in cerca delle novità e con qualche incontro inaspettato.

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

Ultime notizie da Più libri più liberi

Sara Tosetto, che l’editoria la conosce bene, esplora per noi Più Libri Più Liberi, forse non il salone librario più importante del mondo, ma sicuramente quello che ha la sede più famigerata, discussa, criticata, esaltata e discussa, ovvero la Nuvola. Una carrellata di uscite promettenti pubblicate da case editrici emergenti (e qualcuna tutto sommato emersa).

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

I cavalieri della metamorfosi: intervista con Antonio Moresco

Con Antonio Moresco parliamo de Il grido, il libro uscito poco più di un mese fa da SEM, un pamphlet che sembra convocare, per un confronto serrato, a tratti furioso, tutti i cavalieri che Moresco ci ha abituato a veder attraversare, singolarmente o a piccoli gruppi, la sua opera. Cavalieri intesi come pensatori del presente e del passato, ma anche come personificazioni delle grandi passioni, invenzioni, fantasmi e ideali che in un modo o nell’altro hanno accompagnato l’uomo fin sulla barriera piatta e bloccata dell’estinzione di specie.

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

In morte di Stan Lee

La zia di Peter Parker è una nonna, non è una zia, ha lo scialle viola, il vestito verde e rammenda come una catanzarese e è a New York. Goblin nel numero trentasette appare con uno skateboard mostruoso meccanico nel cielo di New York. Ovunque escono colori nuovi, nell’ispirazione immaginata di Stan Lee.

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →