18 Novembre, 2019

Roberto Derobertis

22 ARTICOLI 0 Commenti

Dal nostro archivio

Il Quarto Reich sarà metafisico

Analisi dei Quaderni Neri 1942/48 di Martin Heidegger in cui è messo a nudo il ruolo dell'antisemitismo nella sua concezione filosofica

Cose in viaggio

Franco Beltrametti, Il viaggio continua - Choses qui voyagent, poesie atmosferiche, carte, ritratti, libri, fogli sparsi, segni lasciati sul terreno, tour infiniti di cui non esiste un centro, ma tutto risale al viaggio, al nomadismo, come Franco “dichiara” nel disegno del ’94 (quasi un auto-manifesto) e posto in copertina di questo libro “più alto di 1 cm”. Flusso ininterrotto di tempo, senza una fine, contrariamente alla profetica poesia scritta nel settembre del ’95

Intervista con Valerio Evangelisti

Il fantasma di Eymerich sembra volersi riconnettere con più decisione di altri romanzi recenti del ciclo, alle origini del personaggio: la teoria cosmologica dell’Alfa e dell’Omega alla base della trama si attiene anche alla saga stessa dell’Inquisitore. Il primo romanzo e l’ultimo si ricongiungono: ricompare l’astronave Malpertuis che – così hai detto in varie interviste – aggiungesti come elemento fantascientifico perché Nicholas Eymerich, Inquisitore – la prima avventura della serie - potesse partecipare al Premio Urania nel lontano 1993, dando origine al successo che tutti conosciamo.

Perdenti fra vendetta e impossibile giustizia

B.Azzarello e E.Risso, Moonshine. "Una trama mirabilmente complessa a partire dalla sete di vendetta che stagna in molti fallimenti umani".

Pugno sceglie Eliot

Per la puntata di dicembre dei Paragrafi d'autore abbiamo invitato una delle più originali scrittrici italiane, Laura Pugno, che si è avventurata da tempo in un territorio al confine tra fantascienza, fantasy e il cosiddetto mainstream. Ci ha spiazzato proponendo come paragrafi d'autore due brani dei Quattro quartetti di Thomas Stearns Eliot...