10 Dicembre, 2019

Andrea Fenice

1 ARTICOLI 0 Commenti

Dal nostro archivio

Una folla di quadretti

Germano Lombardi, Ciao. Fogli d’album. "Ciao è un breve album del viaggiatore e un quaderno, detto Libro di lamenti, fatto di disegni rapidi e freschi come in una specie di riposo meridiano del pittore Schifano e ancora meglio del fratello d’avventura Hugo Pratt. Ciao rasenta i muri ruvidi dei vicoli di Genova e arriva in ogni luogo, alle spalle della città e fin dentro la laguna veneta."

Il flusso del sangue

Mary B. Tolusso, L’esercizio del distacco - A quasi dieci anni dal primo romanzo Mary B. Tolusso affonda tutte le definizioni della sua scrittura negli strinamenti adolescenziali che, nella nostra epoca, da avventura sperimentale del pensiero si trasformano in qualcosa di lucida verità. A quasi dieci anni dal primo romanzo Mary B. Tolusso affonda tutte le definizioni della sua scrittura negli strinamenti adolescenziali che, nella nostra epoca, da avventura sperimentale del pensiero si trasformano in qualcosa di lucida verità.

Corpo di dolore

Nuova casa editrice per Elizabeth Von Arnim, già ospite fissa in casa Bollati Boringhieri. Scrittrice britannica, nata in Australia col nome di Mary Annette...

Il Canone Beat. I’m talking about my Beat Generation

Allen Ginsberg, Le migliori menti della mia generazione. Lezioni sulla Beat Generation, "Herbert Huncke, un amico di William Burroughs ebbe un ruolo determinante nello sviluppo della filosofia Beat. Con il suo tipico linguaggio da tossico, Huncke continuava a ripetere “I’m beat”, che significava “sono rimasto senza soldi, sono rimasto senza droga, sono a terra, sono a pezzi, sono finito, fatto, sconvolto”, e a furia di ripetere questa espressione, i suoi amici più acculturati decisero di adottare quel termine per denominare il movimento culturale e spirituale di cui erano portatori".

Il tempo delle seconde occasioni

Risate e lacrime assicurate in questo delizioso romanzo in cui tutto ruota attorno al tema principe, il tempo, che offre molteplici spunti di riflessione. Una penna arguta e intelligente segna la cifra stilistica dell’autrice che pone sotto attento esame lo scorrere del tempo in tutte le sue sfumature. Che sia una seconda occasione per dire la verità, gli anni passati che ormai non torneranno più, o il tempo di chiarirsi le idee e compiere scelte, non importa, di certo c’è che la misura è imperfetta.

Speciale Stranimondi