RECENSIONI

Dal film al libro

Giuseppe Berto, Anonimo veneziano. “È il 1966, a Cortina Enrico Maria Salerno propone a Giuseppe Berto, assiduo frequentatore della stazione sciistica, emiciclo di belle donne da corteggiare e mondanità di prim’ordine, di scrivere i dialoghi per un film tratto da un suo soggetto: una storia d’amore nella decadente Venezia fra un marito e una moglie da tempo separati.”

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

Dirige l’orchestra il Maestro Robecchi

Alessandro Robecchi, Follia maggiore. ” Viene infatti trovato il cadavere di tal Giulia Zerbi, anziana signora della Milano bene, caduta per caso nelle mani di un giro di usura finito male. La signora ha una figlia giovane di nome Sonia, una soprano che studia per diventare una star del settore. Come in una favola però, i nostri eroi verranno richiamati al lavoro dal Serrani che sarà uno dei pezzi fondamentali del puzzle costruito dall’autore.”

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

Tiene famiglia

Francesco Ceccamea, Tombini in fuga. “Il suo io narrante (ozioso chiedere fino a che punto coincidente con l’autore) soffre di depressione, al punto di assumere farmaci per controbattere questa sindrome. Inevitabilmente tutto quel che vede, ascolta, vive è colorato di un grigio tendente al nero; e lo è in modo assolutamente convincente.”

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

Lisbona mon amour

Alessio Romano, D’amore e baccalà – Allacarta è una collana della casa editrice EDT in cui scrittori contemporanei raccontano viaggi attraverso il cibo e non solo. Perché nei nostri spostamenti, vacanzieri o lavorativi che siano, incontriamo piatti tradizionali e particolari e spesso, nei nostri ricordi, i sapori si mescolano a immagini e abitudini dei luoghi che visitiamo.

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →

Non schiacciate quel bottone

Stephen King, Richard Chizmar, La scatola dei bottoni di Gwendy – Cosa fareste se vi capitasse di ricevere una scatola dall’apparenza innocua ma che, come la lampada di Aladino, contenesse un genio in grado di realizzare qualunque vostro desiderio? Questo è l’interrogativo che Gwendy, la dodicenne protagonista del nuovo romanzo del Re

Condividi su:
FacebookTwitterGoogle+Share
Continua →